L’origine dei Gamma Ray Burst – Scientificast #176

Potente come un Gamma Ray Burst, ecco la nuova puntata di Scientificast condotta da Paolo e Andrea.

Approfondiamo le recenti straordinarie scoperte annunciate il 16 ottobre. Il primo, vero esempio di astronomia multimessaggero, con segnali elettromagnetici e di onde gravitazionali provenienti dalla collisione di due stelle di neutroni distanti 130 milioni di anni luce da noi, che ha visto la collaborazione di oltre 70 gruppi di ricerca, telescopi, interferometri e satelliti e che ha permesso di svelare alcuni misteri del nostro universo, quali l’origine dei lampi di luce gamma brevi (gamma ray burst), delle kilonove e della sintesi di elementi pesanti. Ne abbiamo parlato qui.
Ne parliamo in podcast con Elena Cuoco, fisica e data scientist presso EGO (European Gravitational Observatory), che lavora per la collaborazione LIGO-Virgo ed è coordinatrice scientifica del progetto GraWIToN.

In studio discutiamo di sicurezza informatica. Che cosa c’è alla base di questo concetto? Basta una password non banale per sentirsi sicuri? Non proprio. Abbiamo protocolli di criptazione e decriptazione di informazioni sempre più complessi e chiavi sempre più impenetrabili ma come si dice spesso, il problema sta tra lo schermo del computer e la sedia.

Immagine di copertina: Shutterstock
In studio: Paolo Bianchi, Andrea Bersani
Montaggio: Paolo Bianchi
Servizi di: Daniele Molaro
Ospiti: Elena Cuoco
Musiche di: Lucio Disarò, Daniele detto “Giuliano Ferrara”.

Ascolta “L'origine dei Gamma Ray Burst – Scientificast #176” su Spreaker.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Author: Paolo Bianchi

Classe 1983. Laureato in chimica all’università di Pavia, lavora in ambito industriale chimico come account manager e project leader. Tra i primi podcaster italiani nel 2006, ha fondato il podcast Scientificast ed è attuale presidente dell’associazione culturale omonima. Appassionato giocatore di ruolo e da tavolo e consumatore vorace di fantascienza.

Share This Post On