Com’è profondo il mare – Scientificast #189

Visto che l’estate non è alle porte, Andrea e Giuliano dedicano l’episodio 189 al mare, cercando di non sentirne la mancanza (né di sentire quella di Licia, ovviamente).

Dopo un breve commento sui potenziali partiti di ispirazione scientifica che potrebbero presentarsi alle elezioni del futuro, entriamo nell’argomento con qualche numero che ci consenta di capire quanto sia immensa la massa d’acqua che copre oltre il 70% del nostro pianeta.

Di lì, iniziamo a descrivere qualche adattamento particolare degli organismi marini che meglio si sono integrati nei molteplici ambienti che troviamo negli oceani, siano costieri e pieni di luce e ossigeno, o abissali, nella più totale oscurità.

Torniamo a galla per riparlare, dopo averne raccontato un paio d’anni fa sul blog, delle onde granita del New England, un fenomeno raro e affascinante della natura… con un curioso collegamento con la nascita della vita sulla Terra.

Chiudiamo con la recensione di Giuliano su Blue Planet II, la nuova serie di documentari della BBC sugli oceani, un piccolo capolavoro – figlio di uno sforzo immenso, persino più grande di quello che di solito riescono a fare gli scienziati.

In studio: Andrea Bersani e Giuliano Greco
Montaggio di: Andrea Bersani
Musiche di: Lucio Disarò, Daniele detto “Giuliano Ferrara”

Immagine di copertina: Andrea Iazzotti by Shutterstock

Listen to “Com’è profondo il mare – Scientificast #189” on Spreaker.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Author: Andrea Bersani

Fisico delle particelle, tecnologo all’INFN un po’ per tutte le stagioni. È molto curioso, soprattutto di cose che non gli serviranno mai sul lavoro.

Share This Post On