Eccovi la consueta accozzaglia di notizie scientifiche. Partiamo dal meccanismo di dispersione del calore terrestre per passare ai serpenti preistorici. Polemizziamo sulle quote rosa alla giapponese e sugli errori commessi dalle maggiori riviste scientifiche.

Bentornati sulle nostre frequenze virtuali.
In questo episodio si comincia con una domanda sui pianeti e su come disperdano il calore.
Il meccanismo di irraggiamento solare e la conseguente dispersione di calore da parte dei pianeti è un argomento fortemente collegato all’effetto serra. Ne approfittiamo per dire due parole su come la presenza di gas serra abbia favorito la vita sul pianeta e di come il loro aumento possa modificare il clima nel prossimo futuro.

A seguire, il nostro paleontologo Andrea intervista il dr. Alessandro Palci, esperto di rettili mesozoici della Flinders University di Adelaide in Australia, riguardo Xiaophis myanmarensis, un giovanissimo serpente conservato in ambra che ci apre una rarissima finestra sui primi momenti di vita dei serpenti di 100 milioni di anni fa.

Dopo una brevissima parentesi sui cervidi, apriamo una lunghissima parentesi polemica sul metodo di selezione di nuovi medici presso la facoltà della Medical Tokyo University.

Rimanendo sul tema della bad science e di Giappone ripercorriamo i più clamorosi errori della scienza, da Wakefield a Carrel, da Obokata a Suk, per arrivare ad un recentissimo caso discusso su Science.

In studio: Simone Angioni, Marco Casolino
Servizio: Andrea Villa
Montaggio: Simone Angioni
Immagine di copertina: Amber – Shutterstock

Ascolta “Ambra che vai, serpente che trovi – Scientificast 218” su Spreaker.

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram
SOCIALICON