Partiamo con l’incidente alla Soyuz MS-10, Valeria intervista Andrea Bertacchi sulle possibilità di ricrescita della vegetazione dei monti pisani dopo il devastante incendio di fine settembre. In chiusura: trasferimenti tecnologici e startup di successo e non (soprattutto non!)

In apertura l’incidente al primo stadio del razzo Soyuz e l’atterraggio di emergenza della (omonima) capsula  Soyuz MS-10 (spoiler: gli astronauti si sono salvati).

Per Approfondire
Astronauticast
Russianspaceweb

A seguire Valeria Cagno intervista Andrea Bertacchi, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Agroalimentari e Ambientali dell’Università di Pisa. Capiamo insieme le conseguenze dell’incendio che ha interessato nelle scorse settimane il Monte Pisano, bruciando 1400 ettari di bosco,  uliveti e 8 case.

In chiusura affrontiamo un tema nuovo: il trasferimento tecnologico. Un campo a metà tra ricerca ed economia tra luci e ombre delle startup italiane e straniere. Prendiamo ad esempio 4 casi che ci hanno toccato da vicino.

  • Articolo de La Stampa sulle invezioni del CERN vendute dal Politecnico di Torino
  • La campagna crowdfunding truffa della tecnologia Triton per estrarre aria dall’acqua e respirare sott’acqua senza bisogno dell’utilizzo di bombole.
  • Croudfundus interruptus (in realtà interminabilis): Star Citizen, ovvero come fare una marea di soldi per un videogioco senza fare il videogioco (ma il desiderio del videogioco non è esso stesso videogioco virtuale?)
  • La startup dell’Istituto Italiano di Tecnologia SmarMicrooptics che produce e vende le lenti Blips che trasformare il cellulare in microscopio. Sconto speciale per gli ascoltatori di Scientificast del 20% inserendo il codice sconto scris18

In studio: Marco Casolino, Giuliano Greco
Servizio: Valeria Cagno,  Andrea Bertacchi
Montaggio: Giuliano Greco
Immagine di copertina:

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram
SOCIALICON