Dalle notizie della settimana, alla scienza dei materiali che si nasconde dietro le grandi costruzioni fino ad arrivare a un intrigante quesito: perché le zanzare prediligono alcuni?

Questa puntata, condotta da Giuliana e Andrea, inizia con un po’ di notizie fresche fresche.

Facciamo i nostri auguri alla matematica Katherine Johnson, che il 26 agosto ha compiuto 100 anni!! Katherine ha contribuito, negli anni ’60 del secolo scorso, alle missioni Mercury e Apollo calcolando traiettorie di volo, orbite e finestre di lancio. Nel 2015 ha ricevuto da Barack Obama la “Medaglia Presidenziale della Libertà”, tra le più alte onorificenze statunitensi. È spesso citata come esempio pionieristico di donne afro-americane in ambito STEM, acronimo che sta per “Science, Technology, Engineering, Mathematics”, cioè Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica. Se oggi Katherine è un esempio di integrazione e attenzione alla diversità, fino al 1958 lei e altre donne afro-americane furono soggette a segregazione razziale anche in NASA, una pagina buia per l’ente spaziale americano.

Parliamo dei vincitori 2018 del bando dell’European Research Council (ERC) dedicato ai giovani ricercatori. Dall’analisi dei dati emergono buone e cattive notizie per quanto riguarda la nostra amata madrepatria…
Per approfondire: https://www.primapagina.sif.it/article/820/i-migranti-della-scienza#.W4xK75P-jfa

Un’osservazione effettuata dall’esperimento CMS al CERN mostra il decadimento diretto del bosone di Higgs in quark beauty, cioè il quark chiamato “bello”. Secondo i fisici, questo nuovo importante traguardo nello studio del bosone di Higgs e delle sue interazioni con le particelle del Modello Standard è veramente… bello!
Per approfondire: https://www.pd.infn.it/quando-il-bosone-di-higgs-finisce-in-bellezza/

Con Andrea e Valeria cerchiamo di mettere un po’ di ordine nei concetti che a seguito del tragico crollo del Viadotto Polcevera a Genova stanno invadendo i media: carico di rottura, fatica dei materiali e concetti di questo tipo. Non vogliamo fare ricostruzioni o altro, soltanto cercare di capire un po’ meglio cosa sta dietro la scelta di un materiale o di un altro quando vogliamo costruire qualcosa.

Perché le zanzare prediligono alcuni e sembrano ignorare altri? Non siamo tutti uguali, pieni di appetitoso sangue? È forse vero che alcuni hanno sangue più amaro e altri dolce? Alcuni studi cercano di rispondere a questa domanda.
Per approfondire:
– https://www.wired.it/scienza/lab/2018/08/25/zanzare-puntura-scelta-sangue-sport-vestiti-cibo/
– Studio sul gruppo sanguigno
– Studio sul microbiota della pelle
– Studio sull’incidenza dell’alcool
– Donne in gravidanza


In studio: Andrea Bersani, Giuliana Galati
Servizio: Andrea Bersani, Valeria Cagno
Montaggio: Andrea Bersani
Immagine di copertina: yuttana Contributor Studio by Shutterstock

Listen to “Il carico di rottura della zanzara – Scientificast #219” on Spreaker.

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram
SOCIALICON