nebarix (flickr) By-NC-SA

Riprendiamo dopo la brevissima pausa natalizia il nostro consueto appuntamento con scientificast.

Puntata soft, riprendiamo in mano qualche argomento più tranquillo e divertente giusto per iniziare bene l’anno. Iniziamo infatti parlando di fine del mondo. State sereni, non succederà, ma Simone ha pensato bene di fare una breve rassegna delle “fini” più improbabili legate quasi sempre alla famigerata data del 21 dicembre 2012, l’apocalisse Maya… O forse no.

Ecco poi un argomento curioso ed interessante, una notizia abbastanza datata (maggio 2011) di National Geographic ci parla delle formiche zombie. Insetti letteralmente “posseduti” da un parassita fungineo.

E giusto per stare in tema entomologo sveliamo, a seguito della segnalazione di un ascoltatore, il mistero (che accade guardacaso sempre nei primi giorni dell’anno) dei “merli cadenti”. Di solito legata ai botti di capodanno… Alle volte no. E’ la natura, baby.

Partendo da un articolo di Bressanini (Le Scienze.it) cerchiamo poi di fare un ragionamento più serio. Siamo proprio sicuri che naturale = buono e artificale = dannoso? Da questo punto iniziamo un filone di argomento che è nostra intenzione sviluppare nel 2012. Dopo l’incidente di Seveso la chimica è cambiata. Sicurezza e tutela di ambiente e salute sono la priorità. Oggi è il tempo di cambiare mentalità nei confronti di essa. Inviteremo responsabili della sicurezza e dell’ambiente, cercheremo di capire come si opera oggi in ambito chimico.

Simone ci spiega un po’ cosa c’è dietro gli oroscopi (o meglio cosa non c’è) e perchè, se andate a controllare (fonte CICAP), le previsioni per il nuovo anno, come sempre, si rivelano poco (pochissimo) credibili.

E se gli oroscopi sono poco attendibili, c’è chi lavora per predire il futuro tramite un computer. Uno scenario molto simile a quello ipotizzato dal famoso romanziere e divulgatore scientifico Isaac Asmiov nel suo famosissimo Ciclo della Fondazione. Unire scienze sociali e information technology si può? Allo Swiss Federal Institute of Technology ci stanno lavorando. Il progetto Living Earth Simulator promette grandi cose.

Concludiamo con un annuncio. Da mesi Paolo Bianchi ha lavorato insieme ad Omar Serafini per uno spin-off di Scientificast. E’ giunto il momento di rivelarlo e quindi con piacere vi annunciamo da fine gennaio la nascita di FantaScientificast, podcast dedicato alla fantascienza, a 360 gradi. Come si dice in gergo… Stay tuned! 😉

>> SCARICA L’EPISODIO 8 <<

Questa puntata di Scientificast è stata offerta da Matteo Carpentieri, Stefano Klett, Fabio Pinelli, Omar Serafini, Francesco Mocellin e Severino di Palma che ringraziamo per la gentile donazione e i graditissimi messaggi di supporto (scusate se non li abbiamo letti in trasmissione).

SOCIALICON
RSS
Facebook
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram
SOCIALICON