La sera del 5 marzo 2014 un piccolo asteroide passerà a breve distanza dalla Terra. L’asteroide 2014 DX110 transiterà infatti ad una distanza inferiore a quella della Luna, circa 350000 chilometri. Per avere un’idea di quanto sia lontano, possiamo dire che equivale a circa cinquanta volte il raggio della Terra, come se un proiettile passasse a tre metri da un’arancia. Per questo possiamo dire con certezza che non c’è alcun pericolo per noi. Nella Scala Torino che misura la pericolosità di un asteroide, il valore di 2014 DX110 è 0. Le sue piccole dimensioni, circa 30 metri di diametro, rendono questo tipo di asteroidi difficili da rivelare; ciononostante, l’energia che si libererebbe se un oggetto come questo si scontrasse con il nostro pianeta sarebbe paragonabile all’esplosione di uno tra i più potenti ordigni nucleari mai costruiti dall’uomo.

Visione artistica di un asteroide che passa vicino alla Terra - Image ESA-P. Carril

Visione artistica di un asteroide che passa vicino alla Terra – Image ESA-P. Carril

Come ricordavamo qui, esistono programmi di sorveglianza planetaria per prevedere l’impatto di meteoriti sulla Terra: nonostante le probabilità di un impatto siano molto basse, il potenziale distruttivo può essere molto alto. Un corpo di dimensioni simili a quelle di 2014 DX110 è stato responsabile del più grande impatto della storia recente, il meteorite di Tunguska del 1908. Allora, oltre 2000 chilometri quadrati di foresta furono rasi al suolo e fu registrata un’onda d’urto assimilabile ad un terremoto del quinto grado della scala Richter. L’osservazione astronomica del passaggio dell’asteroide non sarà semplice, per un astrofilo, ma sarà possibile seguirlo attraverso siti specializzati come questo.