Welcome to the future.

Scansione al microscopio elettronico di un linfocita T umano

Scansione al microscopio elettronico di un linfocita T umano

Può spaventarci o no, questo futuro sempre più vicino alla fantascienza, ma di sicuro gonfia il cuore di speranza e, a me che sono emotiva, bagna gli occhi di lacrime.

Di gioia ed aspettativa, finalmente.

Per caso (grazie a Marco Casolino in realtà :D) ho letto di questo studio futuristico ma già applicativo che ingegnerizza un particolare tipo cellulare per arruolarlo nella lotta contro una malattia spaventosa e maligna: la leucemia.

Il più comune tipo di leucemia è la leucemia linfatica cronica ed è caratterizzata da una crescita ed una accumulo fuori controllo dei linfociti B. I linfociti B sono quelle cellule del sistema immunitario che producono anticorpi contro uno specifico antigene. In sostanza riconoscono il nemico dalle sue caratteristiche specifiche (antigene) e costruiscono un’arma altrettanto specifica (anticorpo) che lo faccia fuori.  Nello sviluppo della leucemia il sangue è così affollato dai  linfociti B in crescita caotica che la crescita delle cellule normali è via via impedita. Le armi che la medicina aveva, fino ad ora, per combattere questa maledetta malattia sono la chemioterapia, la radioterapia e il trapianto di midollo osseo. Un gruppo di scienziati e medici della University of Pennsylvania ha recentemente cominciato a sperimentare un nuovo metodo di lotta che usa un’altra famiglia di cellule del sistema immunitario, i linfociti T, per sconfiggere i linfociti B in pazza espansione. L’idea alla base è di usare i linfociti T come cavallo di Troia: prendere queste cellule dal paziente malato, usare un lentivirus per riprogrammarle trasferendovi dei nuovi geni e ri-infondendole nel paziente.

Paroloni chiave:

Linfocita T: cellula del sistema immunitario che ha il ruolo di attaccare quelle cellule che sono state infettate da virus, o cellule esterne al corpo o anche cellule tumorali. Si chiamano cellule T perchè maturano nel Timo.

Lentivirus: esatto, vuol dire virus “lento” perchè ha bisogno di un tempo lungo di incubazione. I Lentivirus possono portare nelle cellule che infettano grandi segmenti di DNA o RNA e possono infettare anche cellule che non vanno più in divisione. Sono i più utili per il proposito di espressione genica a lungo termine perchè hanno l’abilità di integrarsi nel genoma della cellula ospite e portare ad espressione permanente.

Quello che gli scienziati hanno fatto, in buona sostanza, è prendere un lentivirus e usarlo come vettore per inserire nei linfociti T dei nuovi geni. Questi geni insegnano alle cellule soldatino a riconoscere specificamente i linfociti B e combattere quindi la malattia dall’interno. 150000 cellule T per chilo sono state ri-iniettate nei pazienti e ognuna di queste si è riprodotta 10000 volte. Le cellule cacciatrici hanno braccato e ucciso il cancro negli organismi dei pazienti.

Il dottor. Renier Brentjens, direttore del  Memorial SloanKettering Cancer Center (MSKCC), centro per la ricerca e il trattamento del cancro del New York Cancer Hospital dice:

“Fifteen years ago I was in the lab looking at these cells kill tumor cells in a petri dish and then I saw them kill tumor cells in mice, and then finally in humans” Quindici anni fa ero in laboratorio ad osservare queste cellule che uccidevano i tumori prima in vitro in una capsula petri e poi in vivo nei topi, ora finalmente lo vediamo sugli umani.

 

 

Science questa settimana assegna il titolo di scoperta dell’anno alla lotta al cancro con l’immunoterapia, decretando l’inizio di una nuova era della lotta ai tumori e dell’oncologia, che inizia oggi, dicono, e che nessuno può ancora immaginare dove andrà a finire.

 

 

David L. Porter, M.D., Bruce L. Levine, Ph.D., Michael Kalos, Ph.D., Adam Bagg, M.D., and Carl H. June, M.D. Chimeric Antigen Receptor–Modified T Cells in Chronic Lymphoid Leukemia N Engl J Med. 2011 Aug 25;365(8):725-33. doi: 10.1056/NEJMoa1103849. Epub 2011 Aug 10.

Elizabeth Cohen, Senior Medical Correspondent Killing cancer like the common cold December 9, 2013 — Updated 1032 GMT (1832 HKT) http://edition.cnn.com/2013/12/07/health/cohen-cancer-study/index.html

Carl H. June, Bruce R. Blazar & James L. Riley Engineering lymphocyte subsets: tools, trials and tribulations Nature Reviews Immunology 9, 704-716 (October 2009) | doi:10.1038/nri2635

Jennifer Couzin-Frankel Cancer Immunotherapy Science 20 December 2013: Vol. 342 no. 6165 pp. 1432-1433 DOI: 10.1126/science.342.6165.1432 http://www.sciencemag.org/content/342/6165/1432.full

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Lentivirus
http://en.wikipedia.org/wiki/B-cell_chronic_lymphocytic_leukemia
http://en.wikipedia.org/wiki/T_cells

SOCIALICON
RSS
Facebook
Facebook
Google+
Twitter
YouTube
Instagram
SOCIALICON